inviti inviti!

April 5, 2009

Ciao a tutti!

Seguendo le ferree regole del galateo matrimoniale… siamo in ritardo 🙂
Gli inviti andrebbero consegnati 3 mesi prima… noi invece li abbiamo consegnati solo ora!

A nostra scusante il fatto che gli abbiamo fatti tutti noi con le nostre manine!
L’idea é venuta ad Anda, prendendo ispirazione da diversi inviti trovati su internet, io mi sono occupato di creare l’impaginato sul computer… dopo di che abbiamo comprato una stampante (ci scostava meno che farli stampare!) e Anda li ha ritagliati uno ad uno… tagliandosi pure il pollice proprio quando doveva fare l’ultimo taglio 🙂

Qui le foto degli inviti:
http://gallery.me.com/massimo.berta#100054 

Purtroppo non tutti i miei fedeli lettori riceveranno l’ invito, vi segnalo comunque che la cerimonia é il 6 Giugno alle 11.00 al Comune di Chieri.

Ormai il piú é fatto… io ho il completo (mi manca solo trovare la camicia che cercheró in Italia) Anda ha il vestito ed é alla disperata ricerca della scarpa perfetta 🙂

Gli anelli li compreremo da internet, Anda ha giá individuato il sito con i prezzi migliori 😉 non pensavo fosse cosí difficile scegliere la fede… ma in realtá é piú ostico di quel che si pensa!
Comunque, abbiamo giá scelto forma, carati e millimetri… ci basta ordinarli! 

Abbiamo giá prenotato i voli per l’Italia, arriveremo Sabato 30 Maggio alla sera 🙂
Il nostro progetto era poi partire subito per la Grecia appena dopo il matrimonio… ma… forse dovremo rimandare il viaggio di qualche mese… sono in attesa di una risposta per un nuovo lavoro… e nel caso in cui la cosa andasse in porto… niente vacanze 😦

Che dire… ci vedremo di persona il 6  Giugno… faremo il possibile in ogni caso per incontrare e passare a salutarvi tutti nella settimana in cui saremo in Italia…

Alla prossima!

Advertisements

Torino > Milano > Dublino

January 25, 2009

tomidu

Prima di tutto PERDONO!
Non ho aggiornato il blog da tempi immemori, il fattore principale è che ormai essere qui a Cork mi sembra la cosa più normale del mondo e di conguenza mi sembra ci sia meno da raccontare…

Però, non potevo non scrivere nulla dopo il bel viaggio in Italia e l’avventura a Dublino con l’ambasciata italiana.

Se non avete voglia di leggere tutto… leggetevi almeno la storia dell’ambasciata QUI >

Ma andiamo con ordine…

Dopo 4 giorni di influenza e febbre ero finalmente pronto a partire con la dolce Anda per il nostro “natale in differita” in Italia.
Il programma era “denso” come al solito, scambio regali di Natale, cena con amici, commissioni in banca, shopping a Milano…

Siamo atterrati a Bergamo alle 14, stanchi morti e scesi dall’aereo eravamo certi di essere in Lettonia… QUANTA NEVE!
Fortunatamente aveva smesso di nevicare proprio quel giorno e i miei genitori sono potuti venire a prenderci (andare con il treno fino a Chieri ci avrebbe di certo ucciso!)

La sera ci siamo scambiati i regali di Natale, è sempre bello posticipare il Natale… infatti dopo la manbassa di regali il 25 Dicembre eccoci intenti a scartare pacchetti e pacchettini per la seconda volta 🙂

Venerdì sera abbiamo avuto il piacere di incontrare Ornella (la prof. di Italiano di Anda) che ci ha portato in OTTIMO ristorante di pesce in centro a Torino (Mare nostrum, http://www.ristorantemarenostrum.it/) che consigliamo a tutti!
Durante la cena siamo finalmente riusciti a far conoscere Ornella a tutta la mia famiglia e siamo anche stati invitati da Ornella a parlare alla sua classe della nostra esperienza irlandese, un vero onore!

Sabato pizzata con amici (trovate un bel po’ di foto nel link a fondo pagina) c’erano praticamente tutti, anche se con gran rammarico Luca ci ha tirato pacco! Sarebbe stato bello avere otlre a Marco e Laura un’altra coppia di promessi sposi 😉

Altro rammarico, non siamo riusciti a passare alla Bliss, e salutare i miei ex-colleghi, però ho visto con piacere il mega manifesto nella metro di Torino per il concerto dei Dari… aproposito dei Dari… come mai non aggiornate più il canale di Youtube????? INFAMI!

Finiti i nostri giorni a Torino siamo andati a Milano un giorno prima dell’aereo, in quanto, il mio regalo di Natale per Anda era una giornata di shopping a Milano (ragazzi, non FATE mai una cosa del genere!!!! 🙂 )
A Milano l’abbiamo fatta veramente fuori dal vaso 🙂 viaggio in treno in prima classe e hotel 4 stelle molto comodo e carino (http://www.hotelberna.com/) più maratona massacrante di shopping tra i mille negozi di Milano!

Il giorno dopo siamo andati a visitare il castello Sforzesco, bello, ma l’unica cosa che mi interessava vedere (codice Da Vinci) non era aperto (W l’Italia!) comunque ho fatto un paio di belle foto al castello!

DUBLINO e l’AMBASCIATA (sciagurata!)
Giovedì sera partiamo da Bergamo e atteriamo alle 22.30 a Dublino.
Non siamo tornati a Cork perchè tramite email abbiamo concordato un appuntamento per Venerdì ore 15.00 all’ambasciata d’Italia in Irlanda per procedere con le pubblicazioni del nostro matrimonio.

Arriviamo in Hotel, un po’ distante dal centro ma accanto all’ambasciata e ci mettiamo a dormire.

Al mattino dopo una mastodontica Irish breakfast (al modico prezzo di 25€ in due… grrrr ) ci incamminiamo verso il centro città soffermandoci davanti all’ambasciata d’Italia in Dublino, rappresentanza ufficiale della mia amata patria italica nel territorio irlandese.

Un’anonima casetta, con cancelletto rigorosamente chiuso e un piccolo cartello con gli orari di apertura al pubblico.
Notiamo che il Venerdì l’ambasciata non riceve il pomeriggio… però penso tra me, abbiamo appuntamento alle 15.00 preso via email, quindi… nessun problema… però giusto per essere sicuri… chiamiamo e confermiamo l’appuntamento.

“Ambasciata d’Italia buongiorno”
massi: “Salve sono Berta, volevo solo confermare il mio appuntamento di oggi alle 15.00”
ambasciata: “uhm, ma io non ne so niente…”
massi: “beh, io ho preso un aereo apposta e ho passato la notte qui apposta! ho preso appuntamento per email!”
ambasciata: “… le passo una collega”

ambasciata: “si pronto!?”
massi: “salve sono Berta avevo appuntamento alle 15.00”
ambasciata: “ah… Berta… e per che cosa?”
massi: “… per delle pubblicazioni di matrimonio, come vi ho scritto via email…”
ambasciata: “ah, il nome della Signora?”
massi: “Dzenuska”
ambasciata: “ah… ehm… si vabbè, ci vediamo alle 15.00”

PANICO.

Alle 15.00 arriviamo in ambasciata e suoniamo il citofono.

citofono: “si…”
massi: “sono Berta, ho appuntamento per le 15”
citofono: “si non usi l’ingresso principale che è chiuso, passi di lato in basso a sinistra”

clank, cancelletto aperto.

Rumore di ghiaia nel cortile deserto, teniamo la sinistra… arriviamo nel cortile con alcune macchine parcheggiate.
IL NULLA.

da un balcone: “EIH, EIH, qui, qui… qui sotto…”

Ah! ecco, una porta antincendio si apre… siamo finalmente dentro l’ambasciata d’ITALIA!

BENE!
Ripasso a mente l’email mandatami dall’ambasciata:
– passaporti (fatto!)
– certificato di nascita mio e di Anda (fatto!)
– certificato contestuale (si fa in ambasciata!)

siamo a posto! finalmente ufficializziamo la data del matrimonio!

Mi avvicino allo sportello che si affaccia su una sala d’aspetto deserta e silenziosa, una donna bionda dall’area annoiata si avvicina, alle sue spalle una collega grassa timbra dei fogli su una grande scrivania.

La cosa più tecnologica nell’ufficio è la mia macchina fotografica.

biondina: “Bene! allora ha tutti i documenti?”
massi: “certo ecco qui…”
biondina afferra il mio certificato di nascita.
“e questo cos’è?”
massi: “il mio certificato di nascita…”
biondina: “ah… ma questo della signora è RUSSO!”
massi: “no… Lettone”
biondina: “ma va tradotto e postillato in Italiano!”
massi: “ma… nell’email non mi è stato detto…”
biondina: “vabbeh, intanto faccio le fotocopie, e poi serve un documento che provi che la signora è di cittadinanza lettone”

SILENZIO.

Io e Anda ci scambiano uno sguardo e insieme… esclamiamo: “il PASSAPORTO É LETTONE!”

biondina: “si, no beh, ma… il certificato che è di stato celibe… io sono stata in Estonia per qualche mese…”
massi: “si ma lei è LETTONE!”
biondina: “si, beh, comunque, manca anche il suo certificato contestuale…”
massi (affranto): “ma… nell’email mi avete detto che si faceva in ambasciata!”
biondina: “eh no lo fa il comune di residenza!”
massi: ” ma la mia residenza è registrata QUI! mi sono iscritto all’AIRE (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero)”
biondina: “comunque, si,  no, la fa il comune dova ha registrata l’ultima residenza…”

La biondina intanto fotocopia il mio passaporto.

massi: “aproposito, ho ricevuto una lettera, in cui mi si chiedeva di presentarmi in ambasicata per mettere agli atti la mia iscrizione all’AIRE”
biondina mi riconsegna in mano il passaporto fotocopiato; “ah… come si chiama?”
massi (affranto apre il passaporto in faccia alla biondina): “sono BERTA!”
biondina si gira verso la collega grassa che timbra fogli e chiede: “ha chiamato Berta?”
grassona: “chi è Berta?”
massi agitando una mano: “eccomi, sono io; BERTA!”
grassona: “ah… si, ha la lettera che le abbiamo inviato?”
massi: “…no, nella lettera c’era scritto di presentarmi in ambasciata, eccomi!”
grassona si alza con modo lento circumnaviga il lato corto della scrivania e stancamente smuove alcuni fogli.
“e quando gli è arrivata la lettera?”
massi: “circa 4 settimane fa…”
grassona: “qui non ho nessun Berta”; e torna a timbrare.

biondina: “beh, signor Berta, intanto faccia il certificato contestuale e la traduzione, postillata mi raccomando e poi mi manda un FAX, io intanto le lascio il mio numero, e facciamo le cose con calma…”
massi (affranto): “quindi… scusi, ma io sono venuto apposta a Dublino…”
biondina: “si si, ma stia tranquillo le pubblicazioni basta farle entro 8 giorni dal matrimonio, lei mi mandi il tutto e poi sottopongo le carte all’ambasciatore…”
massi: “vabbeh, tanto lo sapevo”
biondina: “salve.”

Ci avviamo all’uscita.
Rumore della ghiaia sotto i nostri passi, ed un’esclamazione liberatoria.
PAESE DI MERDA!

Bene, speriamo che l’azzeccagarbugli ci faccia sposare!
Intanto vivete e lasciate vivere, e godetevi le foto:

Galleria di foto:
http://gallery.me.com/massimo.berta#100038&bgcolor=black&view=grid

Un abbraccio da Massi e Anda, i Promessi Sposi.

why Apple takes out FireWire from new macbook?

October 15, 2008

Simple, ‘because macbook got an nvidia GPU.
Folks, think about that, waht was the most dealbreaker on the old macbook compared to the macbook pro? the lack of a decent GPU.

Now Apple wants to get all the consumers that discard a macbook ’cause wasn’t enough to play videogames so thay got a dedicated GPU, but Apple doesn’t want that you install Final Cut Studio on a “cheap” macbook and use your professional fireware staff, so the old dealbreaker was the GPU (but lack of GPU made Apple loose many consumers the target of a macbook) now tha dealbreaker is FireWire.

It’cruel but for me is the right choice.
The consumer not even know what firewire his, but he knows what he needs for videogames, the prosumer off course is quitre hangry, but a “good” prosumer also suffer for the cheap Intel GPU.

Many are saying… ooooo but all my DV camera? DV camera? come on! All the new HardDisk or SD camera, even HD (High Definition) got a USB2! You are a consumer and have a DV camera? You want macbook? You’ll be happy to update your old DV camera with a brand new SD one…

So they to choose between give you a GPU or leave a FireWire or give you an nvidia… from the consumer point of view (and consumers ARE the macbook buyers) they made the RIGHT choice!

Off course, it’s “bad” for the “prosumer” but prosumer are nothing compared to the thoutsands consumer that want play videogames on theyr macbook.

So, dear prosumer, you are making noise, but take out FireWire is a really smart way to give a powerfull GPU to a macbook without take out market to the macbook pro!

That is what I think… and you?

Lettonia, Irlanda e Italia…

September 27, 2008

Due settimane in Lettonia e tante news da raccontare, ovviamente c’è da raccontare quello che è successo in Lettonia, che in qualche modo coinvolge l’Italia, che a sua volta coinvolge l’Irlanda…

Ma andiamo con ordine… come potete ammirare nella foto il tasso alcolico non ha deluso le aspettative, così come l’escursioni termiche (+5 all’esterno, +75 in sauna) e l’escursioni in bicicletta… assecondando la folle proposta di Andris (il papà di Anda) ci siamo fatti 4 ore di bicicletta in una (per fortuna!) soleggiata domenica!

Vi rimando alle foto il cui link segue in calce all’articolo (porca bastarda che periodo figo!)

Altre cosa degna di nota in Lettonia è stata la sauna russa che consiste nel “frustarsi” con un arbusto pieno di foglie, fare una doccia fredda e tuffarsi in una vasca con acqua gelida e ripetere il processo per 4 volte.
Al termine del tutto ti bevi un litro di birra in circa 8.54 secondi 🙂

Ma rompiamo gli indugi… e diciamo la più nuova novità… io e Anda ci sposeremo!
Molti di voi (se non tutti…) forse già lo sapevate, comunque, non potevo non scriverlo su queste pagine!
Il giorno dopo che ho dato l’anello ad Anda era organizzato un pranzo a casa di sua nonna con tutti i fratelli e sorelle di sua mamma  e hanno deciso per noi il luogo delle nozze. Italia 🙂

Per il matrimonio è tutto in divinere e si sa solo che sarà nelle prime due settimane di Giugno, ad ogni modo… vi terrò informati ovviamente!

E così fu l’Irlanda, dopo le due settimane di vacanza siamo rientrati e Anda doveva cercare lavoro (il negozio dove lavorava aveva chiuso poco prima della nostra partenza) beh che dire ragazzi, il giorno in cui è arrivata ha dato il suo CV a 3 negozi, il giorno dopo ha fatto due colloqui e oggi sta gia lavorando full time, bella storia! 🙂

Vabbè… ora vi lascio con le foto lettoni, ci sentiamo presto!

http://gallery.me.com/massimo.berta/100022

Massi e Anda

Google Chrome, https behind proxy

September 4, 2008

I’ve installed Google Chrome web browser 2 days ago on my PC at work.
My PC run Windows XP Pro, and I’m behind corporate Proxy.

Everything  went smooth, except when I tried to access Gmail… blank page.
The problem seems to be that Chrome is not able to deal with https trough a proxy…. BigG… that sucks 😀

I try with several other https webpage and I have the same result: Blank Page!
I mean, it’s one of the best browser for PC (webkit rulez bytheway) but, really so hard SSL behind Proxy… why????

If you experienced something similar, please add a comment!

Italia, Irlanda e BonBon…

August 10, 2008

Ciao a tutti!
Molti di voi ora si staranno rilassando al mare, o innervosendosi sotto l’aria condizionata in ufficio; ad ogni modo questo post spezzerà la monotonia quotidiana!

La lunga assenza di news è dovuta al fatto che io ed Anda siamo stati una settimana in Italia e abbiamo poi affrontato un epico viaggio di due giorni dall’Italia all’Irlanda per portare il nostro gatto a Cork!

Ma andiamo con ordine, qui: http://gallery.me.com/massimo.berta#100008 potete gustarvi le foto della nostra vacanza in Italia, che è stata un’esagerazione di cibo, vino, shopping, parties… una “botta di vita”

Vogliamo però porre la vostra attenzione sul viaggio odissea fatto per portare BonBon dall’Italia all’Irlanda.
Dunque, dovete sapere che quei simpaticoni di Inghilterra e Irlanda, non avendo mai avuto la rabbia, per farti portare un gattino nel loro territorio ti fanno fare i salti mortali!
Prima di tutto, l’animale va vaccinato contro la rabbia (prassi normale per il passaporto europeo) ma… e qui viene una delle parti interessanti, dopo il vaccino deve fare un esame (che fanno due cliniche veterinarie in Italia) per accertare quanti anticorpi contro la rabbia abbia sviluppato.

Bene, fatto questo, l’animale deve stare 6 MESI nel paese di orgine prima di poter arrivare in Irlanda/UK, e qui entra in azione la bravissima Vale, che in questi sei mesi si è presa cura di BonBon.

A luglio, finalmente, i 6 mesi sono passati e possiamo portare il nostro gattino a casa…. MA… non è che ci vieni come vuoi tu… devi prendere solo compagnie aeree approvate da UK / IE, ed inoltre, devi comunicare il tuo piano di volo al ministero dell’agricoltura irlandese che lo deve approvare, si parla di cifre tipo 500€ per volare con British Airways da Milano a Londra (e poi altre spese simili per volare in Irlanda).

Oppure, fate come noi, che dopo un mese di studio accurato, siamo riusciti a trovare il modo di far volare gratis BonBon da Londra a Irlanda e senza pagare 500€ di volo British Airways… come?
Bene, basta prendere il TGV (in offerta a 50€!) da Torino a Parigi, da qui, con treni locali raggiungere Calais, che si affaccia sulla manica (altri 70€).
Giunti a Calais ci si imbarca con la P&O ferries (l’unico traghetto ad accettare animali senza avere necessariamente la macchina da imbarcare) e si arriva a Dover (una 40ina di €), UK un volta passata la manica il gatto è “sdoganato” per viaggiare pure in Irlanda, dunque da Dover basta viaggaire con il treno fino a Luton (sui 120€ di treni) da qui volare con la AerArran che con biglietto da 200€ ci ha imbarcato il gatto GRATIS! (ok, forse abbiamo avuto fortuna… comunque il gatto costerebbe 10€ al kg, nulla di che!) quindi alla fine con qualcosina in più di 500€ siamo arrivati da Torino a Cork! Altro che regalarne 500 alla British Airways!

Ovviamente, per rendervi partecipi al massimo di questa esperienza delirante ho lavorato al video documentario più bellissimo e più interessantissimo e più… insomma mi sono sbattuto un casino a farlo e spero vi piacerà! 🙂
Cliccate l’immagine per visionarlo! buona visione! tanti saluti e buone vacanze!

Il solstizio secondo i lettoni… a Dublino…

June 28, 2008

Lo so che vi mancavamo!
Ecco un bel post sul nostro ultimo weekend fuori Cork!

Come forse saprete il 23 Giugno c’è stato il solstizio, ovvero la notte più corta dell’anno.
A Torino c’è San Giovanni (una delle tante feste pagane cattolicizzate) in Lettonia invece festeggiano accampandosi in campagna e facendo un enorme fuoco gustandosi carne alla griglia!

Vi starete chiedendo che c’entra la Lettonia con l’Irlanda e con Dublino? Semplicissimo!
Vista la mia convivenza con Anda e suo fratello Edgar, sono venuto a conoscenza del fatto che l’ambasciata lettone di Dublino ha organizzato lo Jani (nome della festa lettone per il solstizio) nei pressi della capitale Irlandese!

La festa era sabato e non lunedì per semplici motivi logistici… venerdì Edgar ha preparato lo shashlik di cui potete ammirare una foto di repertorio:

shashlik.jpg

Trattasi di carne di maiale tagliata a pezzettoni lasciata macerare PER 24 ORE nell’aceto e limone con un numero indefinito ed indefinibile di spezie… risultato… OTTIMO! 😛

Con il nostro bel bustone di carne abbiamo affitato la macchina in aereoporto e abbiamo guidato fino a Dublino (4 ore di  viaggio!).

Arrivati a Dublino siamo incappati (come vedrete dalle foto) in un gay pride! La città era imballata di gente, e la manifestazione certo non ha aiutato 🙂
Dublino l’abbiamo vista pochissimo… e dovremo sicuramente tornarci… ci siamo soffermati nella parte più centrale che non penso però corrisponda al vero e proprio centro storico…
Comunque quello che abbiamo visto non ci è piaciuto più di tanto, insomma, per essere una capitale non è nulla di straordinario (ma ripeto l’ho visitata in minima parte), più che altro arrivando da Cork (120.000 abitanti) trovarci a Dublino (2.000.000) è stato un po’ traumatizzante… traffico, code clacson e bus a 2 piani… AIUTOOOOO 🙂

Finito il pomeriggio ci siamo persi nella ricerca del bed&breakfast (prenotato una settimana prima della partenza)… su google maps sembrava un gioco da ragazzi trovarlo… peccato che la statale fosse stata totalmente rinnovata e deviata… dopo aver chiesto informazioni in due ville (dove ci hanno sempre accolto con magnanimità) siamo riusciti a trovarlo!

In pratica, prima di una rotonda dovevi buttarti sulla destra in una stradina, superare due sbarramenti da cantiere, proseguire per un kilometro superare altre barriere che intimavano strada chiusa (cosa non vera) e finalmente (dopo aver notato il cartello bed&breakfast appoggiato a terra) parcheggiare davanti al nostro sospirato rifugio!

Il B&B era davvero bello, con un grande giardino e la camera che vi si affacciava… ci siamo quindi catapultati a prendere un amico lettone di Edgar (Oscar) e siamo andati alla festa.

Il party era accanto ad un lago naturale molto carino, popolato di pesci per la pesca sportiva (Fabio S. a te sarebbe piaciuto di sicuro!) il tempo era finalmente sereno dopo un giorno di pioggia, tanti fuochi, griglie birre banda folk che suonava musica tipica lettone… davvero spassoso (come potrete gustare nel video).

A notte tarda io ed Anda siamo tornati al bed and breakfast mentre Edgar e Oscar si sono accampati  in tenda… 

Al mattino alle 8.27 mi sveglia un impaurito Edgar colto nelle prime ore dell’alba da vento e pioggia!!! Siamo corsi a recuperare lui ed Oscar che si sono uniti a noi per la colazione tipica (salsiccia, fagioli, pane e burro e pancetta…e uova)

Volevamo spendere la giornata a Dublino ma visto il brutto tempo e la stanchezza (soprattutto di Edgar) siamo tornati a Cork.

La serata come sapete si è conclusa male (Italia – Spagna) ma ero talmente stanco che ho dormito come se avessimo vinto gli Europei 🙂

Dopo questa estenuante lettura vi premiamo con il link alle foto:
FOTO DELL FESTA

e al breve video che mostra il falò e le danze lettoni…
VIDEO DELL FESTA

Inoltre vi ricordo che JANI (il nome lettone della festa) in lettone si scrive: Jāņi e si pronuncia:  Jaagni 😉

Un saluto dall’isola “leghista’ (dopo il NO a Lisbona) e vi ri-ricordo che dal 18 al 22 siamo a Torino!

Alla prossima!

 

Thank God it’s Friday

May 21, 2008

Lo so… lo so… oggi è Mercoledì, ma ormai ho perso la concezione del tempo, essendo per la TERZA settimana a casa pagato, senza scalare le ferie… 🙂

 

Praticamente, causa “ritardi” collaterali (non meglio specificati) non possiamo iniziare il nostro lavoro di supporto tecnico fino al 9 Giugno (cmq da lunedì ci fanno altre 2 settimane di training per un “ripasso”)

 

Quindi… non mi resta altro da fare che preparare un gustoso video per voi, miei assidui lettori, in cui vi mostro un tipico Friday Irlandese… Altre news non ce ne sono di significative… tutto scorre tranquillo… il tempo con alti e bassi (questi ultimi due giorni molto bassi…) ma la scorsa settimana abbiamo adirittura sfondato per 6 giorni consecutivi il muro dei 20 gradi e mi sono pure abbronzato! 🙂

 

Sarà che ho la melanina in astinenza… 🙂

Cmq… bando a ciance e quisquiglie… e accatatevi il link al video:
http://it.youtube.com/watch?v=c8zurLmx8JA

Ah… vi ricordo che dal 18 Luglio al 22 saremo a Torino!

Abbracci irlandesi!

 

weekend “animalo”

April 13, 2008

Dopo un editing video costato migliaia di € posso finalmente postare il video del weekend del 5/6 Aprile..
Weekend animalo, scoprirete il perchè gustandovi il video su Youtube!

Vi basti sapere che tra le altre cose, io e Anda abbiamo avvistato il TITANIC, Edgar ha surfato nell’oceano irlandese a 5 miseri gradi centigradi…

Sabato con Anda siamo infatti andati a Cobh, un tempo uno dei principali porti d’Irlanda da cui partivano gli Irlandesi in cerca di fortuna (prima che l’Irlanda diventasse al contrario terra di immigrazione).
Come se non bastasse, Cobh fu anche uno dei porti toccati dallo sfortunato Titanic, di cui grazie a Di Caprio conosciamo ogni dettaglio…

Domenica invece, con Edgar, abbiamo affittato la macchina (ragazzi… guidare tenendo la sinistra non è poi così difficile… ma parcheggiare in retro è IMPOSSIBILE!) e siamo andati sull’oceano a Dingle.
(Per Melo: c’è un vento INCREDIBILE! ti aspetto per vederti sfrecciare sul tuo Windsurf!)

Il vento era IMPRESSIONANTE (e freddo…) quindi nonostante il sole, abbiamo dovuto ripararci facendo attività al coperto…

Per sciogliere ogni mistrero e vedere con i vostri occhi cose che mai avreste pensato di trovare in Irlanda vi lascio al:

Video su Youtube > (casse al massimo volume!!!!!)
Foto di Sabato > e Foto di Domenica >

Un abbraccio da Massi e Anda!

una camminata nel sobborgo…

April 4, 2008

Niente di così rilevante… con Anda abbiamo fatto una camminata un po’ fuori Cork… verso la zona portuale… e ho scattato un po’ di foto… che potete ammirare qui:
http://picasaweb.google.com/massimo.berta/Suburban?pli=1

Il lavoro di Anda procede tranquillo… io inizierò il lavoro vero e proprio il 5 Maggio per adesso sto ancora facendo training…
Stasera è venerdì… forse raggiungiamo i miei colleghi in un pub… o proviamo un locale più “in” nel centro città… così forse riusciamo a bere il famigerato Irish Coffee!

Stay tuned!